Tutte le notizie

Su iniziativa dell'ANCI (Associazione Nazionale Comuni d'Italia) martedì 31 marzo alle ore12,00  i Sindaci, in tutta Italia, esporranno sulla facciata dei Comuni le bandiere a mezz’asta e osserveranno un minuto di silenzio. Il Comune di Valguarnera aderisce con sentita partecipazione all'iniziativa per ricordare le vittime del coronavirus e per onorare il sacrificio e l’impegno di operatori sanitari, amministratori, volontari e di  quanti a diverso titolo stano mettendo in campo energie e risorse a servizio della popolazione in questo momento drammatico della nostra storia.

ALLE ORE 12,00 CON LA FASCIA TRICOLORE ISTITUZIONALE, SARO' PRESENTE DAVANTI ALL'INGRESSO DEL PALAZZO MUNICIPALE E INVITO TUTTI I CITTADINI AD UNIRSI SPIRITUALMENTE OSSERVANDO UN MINUTO DI SILENZIO E RACCOGLIMENTO, RIMANENDO CIASCUNO NELLE PROPRIE ABITAZIONI.

   IL SINDACO FRANCESCA DRAIA' 

Si avvisa la cittadinanza che in esecuzione della delibera della Giunta n. 26 del 25.03.2020 sono stati attivati servizi diversi a sostegno della popolazione, con la collaborazione delle locali Associazioni di volontariato P.A.Sicilia Emergenza, Pantere Verdi, AVIS e della Cooperativa Golem di Valguarnera, con il coordinamento del Comune.

In particolare è già attiva l'iniziativa del cosidetto "carrello sociale", (clicca) un vero e proprio carrello fisico mediante il quale chiunque potrà contribuire a dare supporto alle famiglie in difficoltà, con generi alimentari e di prima necessità acquistati nel supermercato stesso: il carrello solidale è al momento attivo nei due supermercati DECO' di Valguarnera e nel Minimarket Tornello di via Matteotti. I generi alimentari quotidianamente raccolti sanno distribuiti alle persone o famiglie in dificoltà  e/o prive di reddito che ne faranno richiesta o che verranno in qualche modo segnalati.

E' stata, altresì,  destinata una somma per i c.d. buoni spesa, da assegnare a persone o famiglie in  difficoltà, previa apposita convenzione con i supermercati locali che hanno aderito alla iniziativa, in fase di definizione.

Per le superiori fìinalità, nell'ambito dei Servizi Sociali del Comune è stato attivato un Numero di telefonia Mobile, al quale vanno fatte le segnalazioni, che possono anche non essere di tipo strettamente  alimentare, ma riferite ad esigenze di altra natura, ugualmente urgenti, che per qualche fondata ragione non possono essere soddisfatte.

Cell.  335 6243873

Il numero sarà attivo da lunedì a venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00

SI INVITANO I CITTADINI CHE HANNO LA POSSIBILITA', AD ESSERE GENEROSI E A COLLABORARE IN UN MOMENTO DI PARTICOLARE DIFFICOLTA',  A SOSTEGNO DEI SOGGETTI MENO FORTUNATI, PERCHE' TUTTI POSSIAMO SENTIRCI PARTE DI UNA MEDESIMA COMUNITA'.

IL SINDACO: Francesca Draià

Si pubblica qui di seguito il nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti, aggiornato al 26.03.2020,  in materia di spostamenti delle persone fisiche all'interno del territorio nazionale.

Si rende noto alla cittadinanza  che, nel quadro delle  misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19,  il Sindaco con distinte Ordinanze n. 23 del 24.03.2020  e  n. 24 del 25.03.2020 ha dettato rispettivamente disposizioni in materia di apertura e chiusura degli esercizi di vendita alimentari e non e di circolazione nel centro abitato, e ha, altresì, disposto la ulteriore chiusura del Cimitero Comunale, fino al prossimo 3 aprile 2020.

I cittadini sono invitati ad uniformarsi.

Nell'ambito delle misure volte al contenimento del contagio da coronavirus e a tutela degli operatori  impiegati, si informa la cittadinanza che da oggi, a scopo cautelativo i fazzoletti, rotoli di carta, mascherine e guanti di gomma monouso utilizzati, andranno smaltiti tra i rifiuti indifferenziati con i seguenti accorgimenti: UTILIZZO DI ALMENO UN DOPPIO SACCHETTO CHE DEVE ESSERE CHIUSO UTILIZZANDO GUANTI MONOUSO.

SI RACCOMANDA LA SCRUPOLOSA OSSERVANZA NELL'INTERESSE DELLA SALUTE DI TUTTI

Si ricordano di seguito i contatti  ai quali i cittadini possono fare riferimento per richieste di informazioni, comunicazioni e segnalazioni:

              numeri cellulari reperibili:
 
POLIZIA MUNICIPALE: 331/7017317 
PROTEZIONE CIVILE: 331/6473484
 
              e-mail con i propri dati identificativi ai seguenti indirizzi:
 
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,              Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Si ricordano, inoltre le disposizioni impartite per l'ingresso di soggetti residenti o domiciliati nel Comune,  (clicca per leggere l'avviso) che vi facciano rientro da altre regioni o dall’estero
 

Si avvisa la cittadinanza che il Presidente della Regione Siciliana con Ordinaza n. 6 del 19.03.2020 ha dettato ulteriori misure restrittive finalizzate al contenimento della diffusione del Covid-19 che si riassumono qui di seguito:

  • Le uscite per gli acquisti essenziali, ad eccezione di quelle per i farmaci, vanno limitate ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare.
  • E’ vietata la pratica di ogni attività motoria e sportiva all’aperto, anche in forma individuale.
  • Gli spostamenti con l’animale da affezione, per le sue esigenze fisiologiche, sono consentiti solamente in prossimità della propria abitazione.
  • E’ interdetta la fruizione delle aree a verde pubblico e dei parchi-gioco.

E INOLTRE

  • E’ inibito l’ingresso nel territorio comunale ai venditori ambulanti al dettaglio provenienti da altri Comuni.
  • E’ disposta la chiusura domenicale di tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati, fatta eccezione per le farmacie di turno e le edicole.
  • I Sindaci, con propria Ordinanza, possono disporre riduzioni dell’orario di apertura al pubblico degli esercizi commerciali, ad eccezione di quelli autorizzati alla vendita di prodotti alimentari e delle farmacie.
  • Nelle rivendite di tabacchi è vietato l’uso di apparecchi da intrattenimento e per il gioco.

La mancata osservanza degli obblighi di cui all' Ordinanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dall’art.650 del Codice penale, se il fatto non costituisce reato più grave.

Si allega la Circolare n. 7 del 18.03.2020  dell'Assessorato delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica ad oggetto:Emergenza COVID 19 – misure previste dal Decreto Legge 17.3.2020, n.18. che riprende le norme del Decreto che interessano gli Enti Locali.

E'stato pubblicato il Decreto Legge 17 marzo 2020 , n. 18  recante:” Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

Queste le misure in un quadro riepilogativo:

FISCO

Sospensione versamenti
È sospeso il versamento delle ritenute d’acconto dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria. La sospensione riguarda le partite Iva con fatturato fino a 2 milioni e senza imiti di ricavo le imprese dei settori più colpiti. I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un'unica soluzione entro il 31 maggio 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020. Gli altri contribuenti dovranno versare entro venerdì quanto dovuto alla scadenza di oggi.

Stop agli adempimenti
È sospeso ogni ulteriore adempimento fiscale con scadenza tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020. L'amministrazione finanziaria sospende anche le attività di controllo e accertamento.

Sono differiti al 20 marzo i versamenti in scadenza oggi. Lo confermano fonti dell'Agenzia delle entrate in riferimento al decreto legge in uscita. Il decreto inoltre introduce ulteriori sospensioni dei termini e misure fiscali a sostegno di imprese, professionisti e partite Iva colpite dagli effetti dell'emergenza sanitaria.​

Credito d'imposta affitto negozi
Ai soggetti esercenti attività d’impresa è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 60 per cento
dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1.

Credito d'imposta sanificazione
Allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d'imposta 2020, un credito d'imposta nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino ad un massimo di 20.000 euro. Il credito d'imposta è riconosciuto fino all'esaurimento dell'importo massimo di 50 milioni di euro per l'anno 2020.

AMMORTIZZATORI SOCIALI

Nuova Cig ordinaria
È previsto un nuovo trattamento di cassa integrazione ordinario in sostituzione dei precedenti ammortizzatori sociali in favore di:
- Aziende che alla data di entrata in vigore del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, hanno in corso un trattamento di integrazione salariale straordinario;
- Aziende che hanno in corso un assegno di solidarietà;

Nuova Cig in deroga
Le Regioni possono autorizzare una cassa di integrazione salariale in deroga in favore delle imprese per cui non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario in costanza di rapporto.

Indennità 600 euro professionisti, co.co.co, lavoratori agricoli e dello spettacolo
Ai liberi professionisti titolari di partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020, ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data e, iscritti alla Gestione separata non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, agli operai agricoli a tempo determinato e ai lavoratori dello spettacolo, è riconosciuta un’indennità pari a 600 euro. L'indennità da 600 euro per gli autonomi «non è una tantum, è il contributo per marzo» ma «sarà mantenuto finche ci sarà chiusura delle attività economiche». Lo ha precisato il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri. L'indennità sarà rinnovata, se necessario, con il prossimo decreto di aprile.

Sospensione mutui autonomi
Per un periodo di 9 mesi  l’ammissione ai benefici del "Fondo Gasparrini" è esteso ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che autocertifichino di aver registrato, in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 ovvero nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data, un calo del proprio fatturato, superiore al 33% del fatturato dell’ultimo trimestre 2019 in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dall’autorità competente per l’emergenza coronavirus. Per l’accesso al Fondo, che dà diritto alla sospensione delle rate del mutuo prima casa, non è richiesta la presentazione dell’indicatore della situazione economica equivalente (Isee).

Bloccati i licenziamenti

Le procedure di licenziamento avviate dal 23 febbraio in poi vengono bloccate. Lo ha annunciato il ministro del lavoro Nunzia Catalfo durante la conferenza stampa.

LAVORO

Lavoro agile
Ai lavoratori del settore privato affetti da gravi e comprovate patologie, con ridotta capacità lavorativa, è riconosciuta la priorità nell’accoglimentodelle istanze di svolgimento delle prestazioni lavorative in modalità di lavoro agile. I datori di lavoro sono tenuti ad autorizzare la modalità di lavoro agile ai lavoratori dipendenti che abbiano nel proprio nucleo familiare una persona con disabilità ospitata in un centri riabilittivi chiusi dal provvedimento. Qualora il familiare con disabilità sia un minore la modalità di lavoro agile non può essere rifiutata, salvo che questo sia incompatibile con le caratteristiche dell’impresa.

Congedi e bonus baby sitter
A decorrere dal 5 marzo 2020, e per un periodo continuativo o frazionato comunque non superiore a quindici giorni, i genitori lavoratori dipendenti del settore privato hanno diritto a fruire per i figli di età non superiore ai 12 anni, di uno specifico congedo, per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50 per cento della retribuzione.
La fruizione del congedo di cui al presente articolo è riconosciuta alternativamente ad entrambi i genitori, per un totale complessivo di quindici giorni. In alternativa alla prestazione predette e per i medesimi lavoratori beneficiari, è prevista la possibilità di scegliere la corresponsione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo complessivo di 600 euro, da utilizzare per prestazioni effettuate.

Permessi legge 104
Il numero di giorni di permesso mensile retribuito coperto da contribuzione figurativa di cui all’articolo 33, comma 3, della legge 104/1992, è incrementato di ulteriori complessive dodici giornate per ciascuno dei mesi di marzo e aprile 2020.

Premio lavoratori dipendenti
Ai titolari di redditi di lavoro dipendente che possiedono un reddito complessivo di importo non superiore a 40.000 euro e continuano a lavorare in sede spetta un premio, per il mese di marzo 2020, che non concorre alla formazione del reddito, pari a 100 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede di lavoro nel predetto mese.

Sospensione contributi Colf
Sono sospesi i termini relativi ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria dovuti dai datori di lavoro domestico in scadenza nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 31 maggio 2020.

Congedo lavoratori pubblici
A decorrere dal 5 marzo 2020, i genitori lavoratori dipendenti del settore pubblico o privato accreditato hanno diritto a fruire di un congedo dal lavoro indennizzato. L’erogazione dell’indennità, nonché l’indicazione delle modalità di fruizione del congedo sono a cura dell’amministrazione pubblica con la quale intercorre il rapporto di lavoro.

Quarantena come malattia
Il periodo trascorso in quarantena con sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva dai lavoratori del settore privato, è equiparato a malattia ai fini del trattamento economico previsto dalla normativa di riferimento e non è computabile ai fini del periodo di comporto.

IMPRESE

Garanzie sui prestiti
Per 9 mesi dal provvedimento, lo stato fornisce una garanzia per prestiti fino a 5 milioni di euro volta a investimenti e ristrutturazioni di situazioni debitorie, nel rispetto delle garanzie e dei limiti previsti dal provvedimento stesso.

Fondo per il Made in Italy
Il provvedimento istituisce un fondo da ripartire per la promozione integrata presso il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, al fine di potenziare gli strumenti di promozione e di sostegno all’internazionalizzazione delle varie componenti del sistema Paese, tra i quali il piano straordinario di sostegno al made in Italy realizzato tramite l’ICE.

Supporto alla liquidità
In favore delle imprese che hanno sofferto una riduzione del fatturato a causa della citata emergenza, Cassa depositi e prestiti S.p.A. è autorizzata a concedere liquidità, anche nella forma di garanzie di prima perdita su portafogli di finanziamenti, tramite banche e altri soggetti autorizzati all’esercizio del credito. La garanzia dello Stato è rilasciata in favore di Cassa depositi e prestiti S.p.A. fino ad un massimo dell’ottanta per cento dell’esposizione assunta.

Sostegni alle imprese
Le PMI potranno avvalersi di misure di sostegno finanziario dello Stato, fino al 33% dei prestiti erogati: • a) per le aperture di credito a revoca e per i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o, se superiori, a quella di pubblicazione del presente decreto, gli importi accordati, sia per la parte utilizzata sia per quella non ancora utilizzata, non possono essere revocati in tutto o in parte fino al 30 settembre 2020; • b) per i prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020 i contratti sono prorogati, unitamente ai rispettivi elementi accessori e senza alcuna formalità, fino al 30 settembre 2020 alle medesime condizioni; • c) per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre 2020 e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, unitamente agli elementi accessori e senza alcuna formalità, secondo modalità che assicurino l’assenza di nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti; è facoltà delle imprese richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale.

MISURE SANITARIE

Requisizioni
Fino al 31 luglio 2020, la protezione civile potrà autorizzare la requisizione in uso o in proprietà, da ogni soggetto pubblico o privato, di presidi sanitari e medico-chirurgici, nonché di beni mobili di qualsiasi genere, occorrenti per fronteggiare la predetta emergenza sanitaria, anche per assicurare la fornitura delle strutture e degli equipaggiamenti alle aziende sanitarie o ospedaliere ubicate sul territorio nazionale, nonché per implementare il numero di posti letto specializzati nei reparti di ricovero dei pazienti affetti da detta patologia.

Produzione mascherine
Per la gestione dell’emergenza COVID-19, e fino al termine dello stato di emergenza, è consentito produrre mascherine chirurgiche in deroga alle vigenti norme

Incentivi alla sanificazione
Allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d'imposta 2020, un credito d'imposta nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino ad un massimo di 20.000 euro. Il credito d'imposta è riconosciuto fino all'esaurimento dell'importo massimo di 50 milioni di euro per l'anno 2020.